Gina Lollobrigida balla e illumina la festa di una coppia russa a Porto Rotondo

Articolo di Marella Giovannelli. Foto private.

La regina della festa, ancora una volta, è stata Gina Lollobrigida. Per lei, arrivata con Tiziana Rocca, Giulio Base e Andrea Piazzolla, balli, brindisi, chiacchiere in inglese, francese e italiano in una notte da incorniciare per Porto Rotondo, illuminata a giorno dai fuochi d’artificio. La Lollobrigida è stata l’ospite d’onore di una coppia russa che, il 21 agosto 2018, ha inaugurato “casa” a Punta Lada. E così, per la prima volta, un esponente di spicco della “colonia” russo-portorotondina, ha aperto le porte della sua residenza estiva per socializzare con il vicinato e dintorni. Il risultato è stato allegro e cosmopolita, con un centinaio di invitati di varie nazionalità, conquistati da Maxim e Alina Kashirin, anfitrioni brillanti e socievoli. La band inglese ha coinvolto tutti gli ospiti arrivati dalle ville di Marina Piccola e da altre zone di Porto Rotondo. La prima a lanciarsi nelle danze, insieme al regista-attore Giulio Base, è stata proprio Gina Lollobrigida, seguita a ruota dall’amica Tiziana Rocca e da Marina Swarovski, Marta Brivio Sforza, Gianni Gamondi, Una Donà dalle Rose e tutti gli altri. Il dinamismo degli invitati è stato favorito dall’assenza del solito buffet (sostituito da una incredibile varietà di fingerfood marino e terrestre) e dalla presenza di vini pregiati selezionati dallo stesso padrone di casa, esperto internazionale del settore. Tornando alla Lollobrigida, star indiscussa della serata, tutti gli invitati le hanno chiesto foto, selfie, autografi e tanti sono stati i discorsi multilingue da lei intrecciati ai vari tavoli. Intanto, sull’asse Mosca-Londra, ci sono interessanti progetti su alcune mostre delle opere della Gina nazionale e internazionale che, qualche giorno fa, a Porto Rotondo, ha incontrato il russo Viatcheslav Kantor, grande appassionato d’arte oltre che personaggio di spicco della comunità mondiale ebraica. Anche Silvio Berlusconi, a Porto Rotondo, di recente è andato a salutare la Lollobrigida che, prossimamente, ricambierà la visita al parco della Certosa.

Webp.net-resizeimage 14

Informazioni su marellagiovannelli

Marella Giovannelli, giornalista, è nata a Olbia. Laureata in Scienze Politiche, traduttrice dal russo in inglese, ha lavorato per le agenzie internazionali che assistevano i profughi ebrei in transito a Roma. Rientrata in Sardegna, ha collaborato con i quotidiani e le emittenti televisive regionali come autrice di documentari, programmi e servizi. Cura rubriche e scrive articoli per web magazines, siti istituzionali e varie testate. Dai primi anni Novanta ad oggi ha pubblicato sei raccolte di poesie (Il mare segreto delle stelle, L’estranea, Mareamore, Equatore celeste, Il giostraio a riposo, L’età del cuore). Un altro suo lavoro editoriale, pubblicato nel 2004, è Porto Rotondo, storia di un’emozione. Nell’estate 2011 ha pubblicato Fotograffiati che raccoglie circa 400 ritratti insoliti di personaggi in vacanza. Nel giugno 2014 è tornata in libreria con il volume storico-fotografico Portorotondo: istanti contemporanei. Nel maggio 2016 ha pubblicato Piccole storie di Olbia dagli anni Venti agli anni Cinquanta. Un suo saggio, intitolato Vita politica degli Ebrei in Russia dalla fine del 1800 al 1930 (Edizioni Salomone Belforte), è stato stampato nel febbraio 2016. Nel 2018 è stata inclusa dal fotografo Salvatore Ligios nel volume e nella mostra itinerante Sogni meridiani. Facce di sardi / due. Viaggio nella poesia contemporanea che ha coinvolto sessantatrè poeti isolani. A Marella Giovannelli è stato assegnato il Premio Nazionale di Letteratura e Giornalismo Alghero Donna edizione 2018, sezione Poesia. E’ presente con quindici sue poesie nell’antologia Il profumo rosa degli asfodeli, pubblicata nel marzo 2019, contenente i versi di sei autrici sarde: Maria Giuliana Campanelli, Giuseppina Carta, Marella Giovannelli, Monica Orrù, Lilli Sanna e Fulvia Tolu. http://www.marellagiovannelli.com/su-di-me-marella-giovannelli
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...